• Antonietta

Torta di pinoli e miele

Una mia revisione della famosissima torta di pinoli, che oggi proveremo a fare insieme. Prima di tutto vi dico che la ricetta è per 8/10 persone, quindi oserei dire abbondante, per la sua preparazione occorre all'incirca 25 minuti ma, ciò che chiederà più tempo è ciò che andremo a tenere in ammollo e il raffreddamento di alcuni ingredienti, consideriamo un totale di due ore. In ultimo per la cottura variabile tra i 55 minuti e 1 ora e 5 minuti. Ok, mani in pasta si inizia, ma prima la lista degli ingredienti:



Ingredienti:

100 g di uvetta

140 g di frutta mista glacé, tritata

3 cucchiai di rum o succo d'arancia

300 g di pasta frolla dolce

50 g di farina 00, più quella per spolverare

175 g di burro ammorbidito

175 g di zucchero semolato dorato

175 g di mandorle tritate

5 uova, sbattute

85 g di pinoli

2 cucchiai di miele, più un extra per servire



Andiamo con il procedimento:


1) Mettete l'uvetta e la frutta glacé in una ciotola con il rum o il succo d'arancia. Immergere per 1 ora.


2) Stendere la pasta frolla su una superficie leggermente spolverata fino a quando non sarà abbastanza grande da rivestire una superficie profonda come lo stampo per crostata scanalato, lasciandone un pò a sbalzo sui bordi. Bucherellate la base con una forchetta, poi lasciate raffreddare per 1 ora.


3) Riscaldare il forno a 200 ° C / 180 ° C ventola / riempire la teglia con carta da forno e pinoli. Farli dorare per un breve tempo.


4) Unire il burro, lo zucchero, le mandorle, la farina e le uova. Aggiungere la frutta fatta aromatizzare con il rum, quindi versare nello stampo con la pasta frolla. Cospargere con i pinoli, premere leggermente sulla superficie, quindi irrorare con il miele.


5) Abbasseremo ora la temperatura del forno a 180 ° C / 160 ° C a ventola. Cuocere per 40-50 minuti fino a quando, al tatto si sia rassodata. Se la parte superiore si rosola troppo velocemente, coprire con un foglio di carta da forno. Lasciar raffreddare nella teglia. Condire con miele per servire.


Antonietta