• Andrea Marinelli

Parliamo di "Bromelie"

Buongiorno oggi vi parlerò di un genere di piante che ultimamente mi sta prendendo non poco, sono le Bromelie, che della giungla hanno conquistato pian pianino i nostri appartamenti dando una presenza esotica con insoliti "fiori" in colori forti abbastanza eleganti da adattarsi alla maggior parte degli interni moderni. Oltre hai fiori mi ha sempre colpito la presenza di acqua all'interno della rosetta foliare, caratteristica che le accomuna ad alcune piante carnivore che utilizzano, la presenza d'acqua, per attrarre insetti e di conseguenza cibarsene, ma chiariamo subito che il genere Bromelie non sono carnivore. In realtà, ci sono circa 2.500 specie provenienti dalle regioni tropicali del Nord e del Sud America e migliaia di ibridi e cultivar, parenti stretti sono, l'ananas commestibile e la Tillandsia usneoides. Le bromelie più conosciute più coltivate includono Guzmania, Vriesea, Neoregelia, Aechmea, Tillandsia e Cryptanthus. Sono diventate facili piante da interno perché le loro esigenze sono poche e praticamente non hanno problemi con i parassiti.


*** La Vrisea ***




Amano la luce indiretta più luminosa che puoi dare loro. Più luce ottengono, più umidità hanno bisogno. Possiamo collocare dell'argilla espansa nel sottovaso tenendola costantemente umida. Ottimo di tanto in tanto nebulizzare acqua, una piccola coccola che amano tantissimo.

Il terreno dovrebbe essere lasciato asciugare moderatamente tra una innaffiata e l'altra. Riempi le cavità foliare, di cui parlavo prima, con acqua piovana o acqua priva di calcare e cloro.

La pianta, per la sua caratteristica, inizia a morire dopo la fioritura, ma nel frattempo crea germogli laterali (piccole piante) che possono essere separati dalla pianta e messi in vaso come nuove piante. I germogli laterali sono generalmente separati dalla pianta madre e sono circa un terzo delle dimensioni della pianta originale. Usa un terriccio non molto torboso e sistema le piccole nate in un luogo ombreggiato e umido mentre piano piano crescono. Non bagnare eccessivamente, mi raccomando.


*** La rosetta foliare con l'acqua ***







Le migliori Bromelie per l'interno:

La Guzmania Rostara è bellissima i petali dei fiori sono, giallo, viola, rosso scarlatto o rosso e durano almeno due mesi. Poiché questa specie proviene da un habitat più ombreggiato rispetto alla maggior parte delle altre bromeliacee, tollera condizioni di luce scarsa. Non lasciare che le piante prendono correnti fredde in inverno.

La Vriesea ha insoliti fiori piatti a forma di spada con colori intensi alcuni sono alti (Vriesea "Splenriet"), altri sono ramificati e alcuni hanno piccoli fiori a forma di bandiera, durano a lungo,

fino a sei mesi in alcune varietà. In natura la Vriesea cresce come una epifita, il che significa che le piante ottengono il loro cibo e umidità dall'aria un p'ò come le Orchidee.



*** la Guzmania dalla spata gialla ***





Nutrizione: Aggiungi fertilizzante liquido diluito all'acqua mensilmente. Assicurati che la pianta riceva una buona luce indiretta. Spero di avervi un pò aiutato con questi piccoli consigli a donare una buona crescita alle vostre Bromelie.


P.S nelle foto le mie Bromelie

11 visualizzazioni

Segui GiardinoWebBlog sui social

  • Instagram
  • Youtube