• Andrea Marinelli

Orchidee

Tranne che nelle aree desertiche, le piante delle orchidee (Orchidaceae) sono presenti in tutto il mondo. Prosperano, senza creare danni, sui rami di altre piante, mentre le orchidee terrestri crescono nel terreno o in piccole crepe nella roccia. Per quanto riguarda le dimensioni dei fiori, alcune raggiungono solo pochi millimetri di grandezza, mentre altre possono vantare un diametro fino a 20 cm. Oltre ai delicati toni bianco e rosa, rosa intenso, rosso e giallo, ci sono anche fiori di color verde, viola, blu, persino marrone e nero. Pensate, molte specie hanno fiori con due o più colori presenti sulla stessa pianta. Oltre alle orchidee autoctone, di cui tutte le specie sono protette in Italia, anche le orchidee da interno richiedono un'attenta cura. Ad esempio, Vanda coerulea, che cresce epifiticamente sugli alberi nel sud-est asiatico, richiede un'umidità dell'aria molto elevata. Pertanto è meglio tenerla in una serra adattata alle sue esigenze.


L'orchidea Phalaenopsis è chiaramente la più adatta alla cultura nei nostri appartamenti. Ma anche la Miltonia, Cambria, Cattleya, Dendrobium, Oncidium, Odontoglossum e le loro varietà ibride, esse amano temperature comprese tra 21 e 23 °. Da settembre a novembre, tuttavia, hanno bisogno di circa 15 ° per poter indurre le piante ad una nuova fioritura. La posizione ideale per loro è vicino ad una finestra luminosa esposta a est o ovest. Se l'aria è secca durante la stagione invernale, causa del riscaldamento, tutte le specie amano essere spruzzate con acqua priva di calcare nelle ore del mattino. Se si formano dei germogli di fiori, dovrebbero essere supportati con sottili bastoncini di legno, altrimenti si romperanno sotto il carico dei boccioli che crescono per poi fiorire. L'acqua deve essere somministrata solo quando necessario. A seconda della posizione e della temperatura ambiente, l'intervallo tra un'annaffiatura e l'altra è compreso, più o meno tra 7 e 10 giorni. La breve siccità è meglio tollerata dell'umidità prolungata. Dall'inizio di marzo alla fine di settembre le orchidee vengono fertilizzate con un fertilizzante speciale. Per oggi è tutto un caro saluto da Sara.





7 visualizzazioni

Segui GiardinoWebBlog sui social

  • Instagram
  • Youtube