• Andrea Marinelli

L'Agrifoglio

Buongiorno da Antonietta; penso che una volta, il Natale era un momento di incontro, di stare insieme, e magari di scambiarci qualcosa per far contente le persone care. Ora, a me sembra una frenesia all' acquisto di cose a volte inutili, scorte di cibo e regali dell'ultimo minuto.

Mi ritrovo spesso ad essere travolta dal vortice di queste festività con poco tempo per pensare, figuriamoci a decorare la mia casa. Una pianta di Natale è sicuramente l'Agrifoglio che utilizzo spesso per realizzare ghirlande festive da appendere alla porta d'ingresso. Con le sue foglie sempreverdi lucide (di solito molto spinose) e le bacche rosse, l'agrifoglio comune, Ilex aquifolium, è sicuramente il più noto della famiglia, ma esistono altre varietà, a foglie variegate o bacche arancioni o gialle piuttosto che il rosso classico.







Una cosa però va chiarita: gli Agrifogli sono generalmente maschi o femmine, quindi se vuoi bacche (qualunque sia il loro colore) su una pianta femmina, avrai bisogno di una pianta maschio nelle vicinanze. E non diamo sempre per scontato che quella che sembra una pianta maschio o femmina lo sia realmente, a volte capita di essere, ahimè, ingannati. In natura, gli Agrifogli sono così comuni e diffusi da essere spesso trascurati e lasciati alla loro sorte. Spesso crescono accanto ad altri alberi del bosco, un po 'come un abbraccio frondoso. Le spine delle foglieProteggono la pianta dagli animali da pascolo. E per quanto riguarda il mistero del perché amino crescere vicino agli altri alberi, la risposta è molto prosaica. Gli uccellini, cibandosi delle bacche, e quindi mangiando anche i semi, lasciano cadere i loro escrementi vicinissimi agli alberi e così in breve tempo nascono altre piccole piante di Agrifoglio che con il tempo diverranno folti e grandi. Ilex Aquifolium è solo una delle poche piante autoctone sempreverdi. La sua associazione Natalizia risale all'epoca pagana, quando era consuetudine introdurre rami di agrifoglio per decorare la casa. L'Agrifoglio era considerato una sorta di pianta magica, e serviva ad allontanare le streghe e le varie negatività. Per i Cristiani, le sue bacche sono arrivate a rappresentare il sangue di Cristo; intorno alla corona di spine. Questo spiega perché a Natale continuiamo ad abbellire le nostre stanze con rami di Agrifoglio.

18 visualizzazioni

Segui GiardinoWebBlog sui social

  • Instagram
  • Youtube